FIALS INFORMA, IL CONCORSO UNICO REGIONALE E LA MOBILITA’: OTTIME SCELTE DELL’ASSESSORATO

FIALS INFORMA, IL CONCORSO UNICO REGIONALE E LA MOBILITA’: OTTIME SCELTE DELL’ASSESSORATO

La Fials è stata la prima organizzazione sindacale ad aver proposto di bandire concorsi unici regionali e avvisi di mobilità extraregionale. Si saluta quindi con grande apprezzamento la scelta della regione di imboccare questa strada in un incontro tra l’Assessore regionale alla sanità, Rocco Leone, il Direttore Generale del dipartimento, Ernesto Esposito, il Dirigente del personale del Sistema Regionale Sanitario, Raffaele Rinaldi, i Direttori Generali delle Aziende sanitarie della Basilicata e le Organizzazioni sindacali sul tema delle modalità delle assunzioni del Personale.
Presso la Regione si è tenuta una riunione in merito alle 1.264 assunzioni del triennio, in grandissima parte (1.000) previste per quest’anno. Un dato importante e fondamentale sia per rispondere al bisogno di lavoro di tanti professionisti sanitari precari o non occupati e sia per migliorare la qualità dei servizi del SRS da un anno sotto stress pandemia.
Oggi la Fials si ritiene soddisfatta che i vertici della sanità lucana, sempre disponibili al confronto e ad accogliere favorevolmente le proposte sindacali ritenute utili al miglioramento dei servizi sanitari, abbiano scelto la soluzione di un’unica graduatoria regionale. La semplificazione amministrativa ottimizza procedure e tempi concorsuali, per reclutare presto e bene le figure professionali carenti nelle diverse Aziende sanitarie; Questa procedura non intaccherà il numero dei posti previsti dalla stabilizzazione secondo il “Decreto Milleproroghe”.
Allo scopo di consentire il rientro delle professionalità lucane si è fissata al 25% la quota destinata alla mobilità extraregionale.
La Fials ha chiesto alla Regione di prevedere, come avviene nelle altre pubbliche amministrazioni, compensi per i componenti delle commissioni: un riconoscimento per le responsabilità assunte e uno stimolo per la sollecita definizione delle procedure. Ora ci auguriamo che nel più breve tempo possibile la Regione avvii queste nuove procedure concorsuali, le quali porteranno un po’ di respiro alla nostra “stressata sanità lucana”.
Infine è stato ribadita la necessità di modificare il regolamento delle prestazioni aggiuntive, ex Legge Sirchia, oltre al tavolo di contrattazione Regionale “Art. 6 Confronto regionale CCNL Sanità

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :