TEST DEL SUDORE

TEST DEL SUDORE

Il test è sicuramente ancor oggi il metodo più sensibile e rapido per diagnosticare casi di fibrosi cistica (FC).

Il test è di ruotine per la diagnosi di Fibrosi Cistica. È importante richiederlo nei bambini:
– con screening neonatale positivo perfibrosi cistica;

– che alla nascita manifestano ileo da meconio (occlusione intestinale causata dalla mancata espulsione del meconio – le prime feci del neonato – entro le prime 24 ore di vita),
– con sintomi gastrointestinali e/o respiratori cronici che portano a sospettare una FC;
– con episodi di disidratazione grave, soprattutto nel periodo estivo;
– in casi di pancreatite cronica ad inizio precoce (in età pediatrica).
Si esegue in ambulatorio, non prevede l’uso di aghi o siringhe e, durante la sua esecuzione, il bambino può stare anche in braccio alla madre.

Una garza imbevuta di un farmaco (la pilocarpina) viene posta a contatto dell’avambraccio del bambino e resta in sede per mezzo di una pinzetta munita di un elettrodo,

collegato a un erogatore di corrente. Il farmaco, veicolato dalle cariche elettriche fino alle ghiandole sudoripare della cute, ne stimola la secrezione. Dopo cinque minuti, si appone una garza della grandezza di un francobollo sulla zona stimolata e se ne assicura l’adesione alla pelle avvolgendovi intorno del cellofan e fissando il tutto con del cerotto.

Dopo almeno mezz’ora si recupera la garzina imbevuta di sudore e la si invia in laboratorio che provvederà ad eseguire la misura del sale o dei suoi elementi.

I valori di riferimento dei laboratori per il cloro nel sudore indicano 60 mEq/L come limite al di sopra del quale il test è ritenuto positivo e il sospetto di Fibrosi Cistica è confermato. Con valori di cloro al di sotto di 40 mEq/L il test è da ritenersi negativo, nel lattante al di sotto dei 30 mEq/L.

Per valori che si collocano tra 40 e 60 il test va ripetuto anche più volte (in genere 3 volte) in modo da accertare se si tratta veramente di fibrosi cistica oppure se i risultati del test sono stati falsati da circostanze sfavorevoli.

Nel caso di bambini con screening neonatale positivo per FC, valori di cloro superiori a 30 vanno comunque ricontrollati nel tempo al fine di escludere forme atipiche della malattia.
Il test può essere effettuato anche nel primo mese di vita; l’importante è riuscire a raccogliere quantità sufficienti di sudore(circa 70 mg).

 

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :

https://www.facebook.com/nurseallface/