Struttura Sanitaria

Struttura Sanitaria

 

Il Direttore Generale è il rappresentante legale dell’azienda ed è titolare di tutti i poteri di gestione, nonché dei poteri di verifica

Il Direttore Generale è nominato dalla Regione e deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

laurea in qualsiasi facoltà

ed esperienza  quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in enti, aziende, strutture pubbliche o private, in posizione dirigenziale con autonomia gestionale e diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche e finanziarie, svolta nei dieci anni precedenti la pubblicazione dell’avviso

  • Il direttore generale nomina il direttore sanitario e il direttore amministrativo per coadiuvazione in ambito amministrativo e tecnico sanitario
  • Collegio dei Revisori
  • Il Collegio dei Revisori, sostituito dal Collegio Sindacale, è un organo di vigilanza e verifica dell’andamento gestionale dell’azienda sanitaria sotto il profilo contabile e finanziario
  • Collegio di Direzione
  • Il Collegio di Direzione, concorre al governo delle attività cliniche, alla valutazione delle attività tecnico-sanitarie , partecipa alla pianificazione e , concorre inoltre allo sviluppo organizzativo e gestionale delle aziende
  • Comitato di Indirizzo
  • Il Comitato di Indirizzo , ha il compito di proporre iniziative e misure per assicurare la coerenza della programmazione generale dell’attività assistenziale dell’azienda con la programmazione didattica e scientifica delle Università e di verificare la corretta attuazione della programmazione

                            AZIENDA ASL

  • Dipartimento prevenzione

Il dipartimento di prevenzione è una struttura tecnico funzionale dell’Azienda Sanitaria Locale.

È preposta alla promozione della tutela della salute collettiva con l’obiettivo della promozione della salute, della prevenzione delle malattie, del miglioramento della qualità della vita e del benessere animale e della sicurezza alimentare

  • Le principali funzioni svolte dal dipartimento sono:
  • profilassi delle malattie infettive e parassitarie;
  • tutela della collettività dai rischi sanitari degli ambienti di vita;
  • controllo dei rischi sanitari connessi all’inquinamento ambientale;
  • tutela della collettività e dei singoli dai rischi infortunistici e sanitari connessi all’attività lavorativa nei diversi luoghi di lavoro;
  • sanità pubblica veterinaria;
  • farmacovigilanza veterinaria;
  • igiene delle produzioni zootecniche;
  • tutela igienico-sanitaria degli alimenti di origine animale e non;
  • sorveglianza e prevenzione nutrizionale;
  • tutela della salute nelle attività sportive.
  • DISTRETTO SANITARIO
  • Il Distretto è l’articolazione territoriale ed organizzativa della USL, per le attività finalizzate alla promozione della salute, alla prevenzione, alla cura ed alla riabilitazione, tramite la gestione integrata delle risorse della Unità Sanitaria Locale e degli Enti Locali. E’ previsto, di norma, un bacino di utenza di popolazione minima di 60.000 abitanti.
  • Il ruolo del Distretto viene notevolmente potenziato dalla riforma sanitaria “ter” (cd. riforma “Bindi”) che gli riconosce autonomia tecnico-gestionale ed economico-finanziaria, con contabilità separata all’interno del bilancio dell’Azienda USL
  • Il Distretto garantisce:
  • assistenza specialistica ambulatoriale SECONDO I LEA;
  • attività o servizi per la prevenzione e la cura delle dipendenze e tossico dipendenza;
  • attività o servizi di consultorio per la tutela della salute dell’infanzia, della donna e della famiglia ;
  • attività o servizi rivolti ai disabili ed anziani;
  • attività o servizi di assistenza domiciliare integrata;
  • per le patologie in fase terminale e attività o servizi per le patologie da HIV e ;
  • attività o servizi per la tutela della salute mentale.
  • PRESIDIO OSPEDALIERO
  • Il presidio ospedaliero è un ospedale non costituito in azienda ospedaliera, in quanto privo dei requisiti di legge. Pertanto gode di un’autonomia molto minore, esso comunque ha autonomia a livello direttivo (presenza di un medico responsabile delle funzioni igienico-organizzative e un dirigente amministrativo responsabile della gestione amministrativa) e Autonomia funzionale concontabilità separata, seppure interna al bilancio dell’Azienda sanitaria locale (ASL) di riferimento. Il direttore sanitario del presidio ospedaliero dipende dal direttore generale dell’ASL.
  • AZIENDA OSPEDALIERA
  • Può essere o meno autonoma dall’azienda sanitaria locale, e adibita anche a prestazioni . Le aziende ospedaliere assicurano attività sanitaria di specializzazione con dotazioni di tecnologie diagnostico-terapeutiche avanzate ed innovative e svolgono i compiti specificamente attribuiti dagli atti della programmazione regionale.
  • Possono non dipendere dalle ASL di riferimento territoriale, e sono dotate di un dipartimento di emergenza e accettazione. Delle particolari aziende ospedaliere sono le ARNAS (Aziende di Rilievo Nazionale di Alta Specializzazione)
  • CLASSIFICAZIONE

Base = con un bacino compreso tra 80.000 e 150.000 abitanti, con pronto soccorso e un numero essenziale di specialità;

  • di primo livello = con 150.000-300.000 abitanti, con dipartimenti di emergenza-urgenza e diverse specialità e tecnologie avanzate: ad esempio, un pronto soccorso, un reparto medicina, un reparto chirurgia e dodici reparti specializzati;
  • di secondo livello = tra 600.000 e 1.000.000 di abitanti, prevalentemente ospedali di grandi dimensioni non scorporati dalla ASL e particolari specializzazioni, ad esempio con l’aggiunta di neurochirurgia e cardiochirurgia
  • TIPOLOGIE
  • ARNAS

Delle particolari aziende ospedaliere sono le ARNAS(Aziende di Rilievo Nazionale di Alta Specializzazione).

  • IRCCS

Ci sono infine gli IRCCS, particolari aziende ospedaliere pubbliche o private, che svolgono attività di ricerca clinica, nonché di gestione di servizi sanitari d’eccellenza.

  • Policlinici

Delle particolari A.O. sono anche le aziende ospedaliere universitarie, o “policlinico”, costituite con decreto del rettore delle università italiane, con funzione sia di assistenza pubblica che didattica universitaria, e dotate di autonoma strategia gestionale. Nel contempo strutture sanitarie di ricovero e cura accreditate del Servizio Sanitario Nazionale.

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :

https://www.facebook.com/nurseallface/