RESPONSABILITA’ INFERMIERE

RESPONSABILITA’ INFERMIERE

 

La Professione Infermieristica, nel corso degli anni, ha subito cambiamenti imputabili all’evoluzione normativa che ha consentito il passaggio da attività ausiliaria a vera e propria professione sanitaria, dotata di un autonomo profilo professionale e di un codice deontologico.

La legislazione, che regola la professione dell’Infermiere, prevede la facoltà, ed in taluni casi l’obbligo, di prendere iniziative nel quadro della competenza specifica riconosciuta; questa autonomia comporta che, in caso di violazione degli obblighi professionali, l’infermiere sia chiamato a rispondere del danno da lui prodotto con le sue azioni od omissioni.

Il professionista sceglie in autonomia e si assume la responsabilità delle sue scelte. Per autonomiasi intende la possibilità di esercitare le attività assistenziali in funzione della tutela del malato; per responsabilitàsi intende l’insieme delle conseguenze alle quali si espone un individuo nello svolgimento delle proprie azioni.

La responsabilità professionale dell’operatore sanitario nasce da una prestazione inadeguata che ha prodotto effetti negativi sulla salute dell’utente. Ciò può comportare per l’infermiere, a seconda dei casi, un obbligo al risarcimento del danno, una condanna per reato o un provvedimento disciplinare

In ambito giuridico la responsabilità professionale consiste nello scostarsi dagli standard tecnico-professionali che la comunità scientifica assegna a ciascun atto terapeutico richiesto dalle evenienze concrete. Così agendo il sanitario pone in essere un’azione “socialmente inadeguata”, in quanto non accettata come realmente “professionale” dalla collettività, così come non è accettata una comune condotta di reato, poiché il suo autore si è scostato dalle regular artis

La responsabilità penale deriva dalla commissione di un reato. Gli elementi che costituiscono il reato si suddividono in soggettivi ed oggettivi. Esistono specifiche situazioni nelle quali l’autore di un reato non viene considerato punibile in quanto la condotta illecita viene giustificata.

Con l’espressione responsabilità penale, in relazione all’esercizio professionale, si intende che l’infermiere mette in atto uno o più comportamenti, commissivi od omissivi, che per le leggi dell’ordinamento giuridico costituiscono reato. Chi compie tali comportamenti, in virtù del fatto che il diritto penale rappresenta una branca del diritto pubblico che individua condotte che devono essere punite dalla società, incorre nell’assegnazione di una pena corrispondente ad una sanzione sanzionatoria ed afflittiva.

L’art. 27 della Costituzione Italiana stabilisce che la responsabilità penale è personale

Gli elementi che il Giudice prende in considerazione quando vi è l’ipotesi di un reato sono di natura oggettiva e soggettiva.

Gli elementi oggettivi sono:

condotta: il comportamento attivo o passivo. La condotta è commissiva quando consiste in un’attività che modifica il mondo esterno; è omissiva quando consiste nel non aver compiuto un’azione che per legge si è tenuti a compiere qualora vi sia la possibilità di agire;

evento: è il risultato del comportamento attivo od omissivo tenuto dal soggetto;

nesso causale: il rapporto di causa ed effetto tra condotta ed evento, è disciplinato dall’art. 40 c.p.: Nessuno può essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se l’evento dannoso o pericoloso, da cui dipende l’esistenza del reato, non è conseguenza della sua azione od omissione.

AMBITI DI RESPONSABILITA’

PENALE

CIVILE

AMMINISTRATIVA

DEONTOLOGICA

Gli elementi soggettivi sono:

dolo (previsto dall’art. 43 c.p.) il delitto è doloso o secondo l’intenzione quando l’evento dannoso o pericoloso, che è il risultato dell’azione od omissione e da cui la legge fa dipendere l’esistenza del delitto, è dall’agente previsto e voluto come conseguenza della propria azione od omissione.

colpa consiste in un atteggiamento psicologico caratterizzato da negligenza, imprudenza, imperizia. Manca la volontà dell’evento.

Agisce con colpa anche chi non applica o non si cura di regolamenti, ordini, discipline. In particolare:

negligenza: consiste in un comportamento caratterizzato da disattenzione, trascuratezza, superficialità;

imprudenza: consiste in un comportamento avventato, privo di cautele dettate dalla scienza e dalla comune esperienza;

imperizia: consiste nell’aver agito con condizioni o abilità tecniche inadeguate, al di sotto, cioè, del livello standard di preparazione che l’infermiere deve essere in grado di possedere

ERRORE PROFESSIONALE

Risultato di cattiva condotta riferibile a:

Difetto di conoscenza o di cultura

Applicazione sconsiderata o incosciente o insufficiente di metodi diagnostici o terapeutici

La responsabilità civile si ricollega alla realizzazione di una condotta che abbia come conseguenza la produzione di un danno ad un altro soggetto. Si distingue in responsabilità contrattuale ed extracontrattuale.

La responsabilità civile si ravvisa nel c.d. diritto civile o privato che si occupa degli interessi privati e della reintegrazione del diritto leso; si ricollega alla realizzazione di una condotta omissiva o commissiva che abbia come conseguenza la produzione di un danno ad un altro soggetto. Presupposto della responsabilità civile è l’esistenza di un danno risarcibile e l’elemento peculiare è rappresentato dalla valutazione in termini economici di tale danno.

Il giudizio di responsabilità ha lo scopo di trasferire il costo di un danno dal soggetto che lo ha ingiustamente subito al soggetto che ne viene dichiarato responsabile.

RESPONSABILITA’ CIVILE

CONTRATTUALE : il danneggiato dovrà dimostrare la natura e l’entità del danno. .Il sanitario dovrà a sua volta discolparsi dimostrando la correttezza del proprio comportamento secondo

perizia,diligenza,prudenza.

Prescrizione decennale

RESPONSABILITA’ EXTRACONTRATTUALE Il danneggiato ha l’onere di provare sia ildanno subìto, sia la colpa del sanitario (il nesso di causalità tra l’evento ed il danno); la prescrizione è quinquennale

RESPONSABILITA’PENALE COLPOSA

Vi è responsabilità penale colposa quando l’evento, anche se preveduto,non è voluto dall’agente e si verifica a causa di

NEGLIGENZA

IMPRUDENZA

IMPERIZIA

INOSSERVANZA di leggi,regolamenti, ordini e discipline

NEGLIGENZA

SUPERFICIALITA’

SCARSO IMPEGNO

INSUFFICIENTE ATTENZIONE

TRASCURATEZZA

Sussiste colpa per negligenza quando si provache il professionista a causa di un comportamento negligente ha causato un danno

IMPRUDENZA

AZIONE AVVENTATA

CHE OLTREPASSA I LIMITI DELLA

NORMALE PRUDENZA

Sussiste colpa per imprudenza quando si prova che il professionista ha adottato un comportamento rischioso senza le dovute cautele causando un danno

IMPERIZIA

IMPERFETTA CONOSCENZA TEORICO

PRATICA

IL NON SAPER FARE

Sussiste imperizia quando si prova che il professionista ha mostrato di ignorare,con il proprio comportamento,quelle conoscenze che sono alla sicura portata di qualsiasi professionista di media

preparazione causando un danno

La responsabilità disciplinare è quella forma di responsabilità che grava sul dipendente per la violazione dei doveri di studio. Di essa si risponde indipendentemente dal fatto che la condotta tenuta o gli eventi da essa cagionati abbiano prodotto un danno economicamente valutabile a carico dell’ente pubblico.

Le sanzioni previste sono: rimprovero verbale, rimprovero scritto (censura), multa con importo non superiore a quattro ore di retribuzione, sospensione dal lavoro e dalle retribuzioni fino ad un massimo di dieci giorni, licenziamento con o senza preavviso.

I criteri per l’applicazione delle sanzioni sono i seguenti:

intenzionalità del comportamento;

grado di diligenza;

imprudenza o imperizia dimostrate, tenuto conto anche della prevedibilità dell’evento-rilevanza degli obblighi violati;

responsabilità connesse alla posizione di lavoro occupata dal dipendente.

In definitiva la professione infermieristica comporta vari rischi in quanto gli utenti da assistere sono esseri umani e per quanto poco fa descritto si può affermare che siamo in un periodo in cui la responsabilità degli infermieri è in piena evoluzione.

PENALE

CIVILE

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :

https://www.facebook.com/nurseallface/