PRECAUZIONI DI ISOLAMENO

PRECAUZIONI DI ISOLAMENO

Nella sfera dei potenziali rischi per la sicurezza del paziente attribuibili all’assistenza sanitaria, le complicanze infettive giocano un ruolo di grande rilevanza, perché sono frequenti, perché hanno un grande impatto clinico ed economico e perché sono in parte evitabili con l‘attuazione di misure di provata efficacia.

Le Infezioni Correlate all’Assistenza (ICA) rappresentano la complicanza in asenza dubbio più frequente tra i pazienti ricoverati in ospedale. Sono, inoltre, sempre più frequenti le infezioni dovute a microrganismi resistenti agli antibiotici.

La trasmissione delle infezioni in ambito assistenziale è possibile dall’ intreccio di 3 principali elementi:

  • Un (serbatoio) di microrganismi patogeni;
  • un ospite reagente e una porta di ingresso unica per quel microrganismo;
  • una via di trasmissione specifica per quel patogeno.

Tra i serbatoi di infezioni, il principale è costituito dalle persone (altri pazienti, operatori, visitatori, familiari o il paziente stesso). I serbatoi umani possono essere rappresentati da persone colonizzate o con infezioni in atto.

Anche l’ambiente inanimato può essere implicato nella trasmissione di microrganismi, a partenza da fonti ambientali o veicoli contaminati (attrezzature, strumentario, dispositivi medici, soluzioni infusionali, ecc.).

Le principali vie di trasmissione sono 3:

  • trasmissione per contatto (diretto o indiretto);
  • trasmissione per droplet o goccioline;
  • trasmissione per via aerea.

Per diminuire il rischio di trasmissione di microrganismi da un serbatoio a un paziente suscettibile, è necessario bloccare la catena di trasmissione mediante l’adozione di:

  • precauzioni standard, da utilizzare nell’assistenza di tutte le persone;
  • precauzioni basate sulla via di trasmissione, da adottare nell’assistenza di persone nelle quali sia stata verificata o venga sospettata una specifica infezione/colonizzazione, della quale sia nota la modalità di trasmissione. Compendio delle principali misure per la prevenzione e il controllo delle infezioni correlate all’assistenza).

Le precauzionidevono includere l’igiene delle mani, l’uso dei guanti, l’utilizzo di barriere protettive, la corretta gestione delle attrezzature, l’igiene dell’ambiente, la gestione di biancheria e stoviglie, la collocazione del paziente, l’educazione sanitaria e la formazione degli operatori.

Le precauzioni basate sulla via di trasmissione si aggiungono a quelle standard e prevedono misure aggiuntive sia di barriera che relative al paziente.

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :

https://www.facebook.com/nurseallface/