POSIZIONAMENTO DELLE DERIVAZIONE PRECORDIALI NELL’ECG

POSIZIONAMENTO DELLE DERIVAZIONE PRECORDIALI NELL’ECG

 

L’elettrocardiogramma, ECG  è la riproduzione grafica dell’attività elettrica del cuore durante il suo funzionamento, registrata dalla superficie del corpo.

Gli Elettrodi, ovvero le ventose metalliche che si applicano alloa persona, nell’esecuzione di un elettrocardiogramma di base, sono 10, 4 si applicano agli arti, 6 al torace, in regione precordiale. Questi elettrodi registrano 12 derivazioni, ovvero 12 punti di vista del cuore.

Nei pazienti che hanno subito l’amputazione di uno o piu’ arti l’elettrodo può essere applicato in una zona qualsiasi del moncone dell’arto o alla radice di quest ultimo. Ogni arto infatti è considerato dal punto di vista elettrico, una zona a bassa resistenza per cui il potenziale elettrico è perlopiù lo stesso in tutti i suoi punti.

Ecco l’ ordine:

ELETTRODO ROSSO AL BRACCIO DESTRO ELETTRODO NERO ALLA CAVIGLIA DESTRA  ELETTRODO GIALLO AL BRACCIO SINISTRO  ELETTRODO VERDE ALLA CAVIGLIA SINISTRA

Gli elettrodi che si applicano al torace che registreranno le derivazioni precordiali: V1 V2 V3 V4 V5 V6. Non vi è assoluta importanza se gli elettrodi non sono millimetricamente in posizione, comunque i testi più rilevanti dell’elettrocardiografia danno come posizioni le seguenti:

– V1 e V2 su entrambi i lati dello sterno al IV spazio intercostale (in pratica a dx e sin dello sterno a circa 3 cm in su da processo xifoideo).

– V4 (attenzione ho scritto V4 e non V3) uno spazio più in giù ma sulla emiclaveare sin

– V3 a metà tra V2 e V4

– V5 e V6 allo stesso livello orizzontale di V4 ma rispettivamente sulla ascellare sin anteriore e media.

Prima di staccare gli elettrodi o, se c’è un monitor, prima di stampare, si deve verificare :

  • Presenza (ed esattezza) di data e nome
  • Verifica del segnale di calibrazione e della velocità di stampa
  • Qualità del tracciato: presenza di tutte le derivazioni, stabilità della linea isoelettrica, assenza di artefatti da tremori e corrente alternata, ricerca indizi che possano far pensare ad un’errata collocazione degli elettrodi

Possono mascere alcune complicanze dopo l’uso prolungato degli elettrodi manifestazioni cutanee (es.arrossamenti o prurito della cute) dovute al tempo di applicazione o alla sensibilità della cute.

Per restare aggiornati mettere mi piace alla seguente pagina :

https://www.facebook.com/nurseallface/