LEA LIVELLI ESSENZIALI D’ ASSISTENZA

LEA LIVELLI ESSENZIALI D’ ASSISTENZA

 

 

livelli essenziali di assistenza(abbreviato in LEA) indicano, in Italia, l’insieme di tutte le prestazioni, servizi e attività che i cittadini hanno diritto a ottenere dal Servizio sanitario nazionale (SSN), allo scopo di garantite in condizioni di uniformità, a tutti e su tutto il territorio nazionale

 

Sono detti “livelli essenziali” in quanto racchiudono tutte le prestazioni e le attività che lo Stato ritiene così importanti da non poter essere negate ai cittadini. Si intende l’impegno a garantire le cure appropriate

 

Il sistema dei livelli essenziali di assistenza INTEGRA:

assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e lavoro (giàprevenzione),

assistenza distrettuale,

assistenza ospedaliera

COSA GARANTISCONO

PREVENZIONE

Profilassi delle malattie infettive e parassitarie

tutela della collettività da rischi sanitari connessi agli effetti sanitari degli inquinanti ambientali

tutela della collettività e del singolo dai rischi infortunistici connessi agli ambienti di lavoro

sanità pubblica veterinaria (sorveglianza epidemiologica delle popolazioni animali, farmacovigilanza veterinaria, vigilanza dei mangimi, etc)

tutela igienico-sanitaria degli alimenti

sorveglianza e prevenzione nutrizionale

 

Assistenza distrettuale

Comprende i servizi sanitari e sociosanitari, assistenza farmaceutica, specialistica e diagnostica ambulatoriale, fornitura di protesi ai disabili, servizi domiciliari agli anziani e ai malati gravi: consultori familiari, SER.T, servizi per la salute mentale, servizi per la riabilitazione dei disabili; strutture semiresidenziali e residenziali: residenze per anziani e disabili, centri diurni, case famiglia e comunità terapeutiche.

 

Assistenza ospedaliera

Comprende i servizi di: pronto soccorso, ricovero ordinario, day hospital (esami medici in un giorno)

e day surgery(operazioni chirurgiche in un giorno), la lungo-degenza e la riabilitazione

FINANZIAMENTO LEA

Il Servizio sanitario nazionale è finanziato attraverso la fiscalità generale, con imposte dirette (addizionale Irpef ed Irap) e indirette (compartecipazione all’Iva, accise sulla benzina). Inoltre, le Asldispongono di entrate dirette derivanti dai ticketsanitari e dalle prestazioni rese a pagamento

 

Tra le risorse che affluiscono alle Regioni per il finanziamento dei Livelli Essenziali di Assistenza, sono incluse anche le compartecipazioni dei cittadinial costo delle prestazioni, che si applicano ad alcune tipologie di prestazioni tramite pagamento di ticket.

L’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza

 

Il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 gennaio 2017, sostituisce integralmente il precedente dPCM 29 novembre 2001, recante “Definizione dei Livelli essenziali di assistenza”.

 

Questo aggiornamento ha portato cambiamenti in varie parti :

 

Il nuovo nomenclatore della specialistica ambulatoriale :

    Vengono introdotte numerose procedure diagnostiche e terapeutiche che nel 1996 avevano carattere quasi “sperimentale” oppure erano eseguibili in sicurezza solo in regime di ricovero, ma che oggi sono entrate nella pratica clinica corrente e possono essere erogate in ambito ambulatoriale.

 

 

 

Il nuovo nomenclatore dell’assistenza protesica :

Il nuovo nomenclatore dell’assistenza protesica consentirà, tra l’altro, di prescrivere:

strumenti e software di comunicazione alternativa ed aumentativa;

tastiere adattate per persone con gravissime disabilità;

dispositivi per il puntamento con lo sguardo;

apparecchi acustici a tecnologia digitale;

dispositivi per allarme e telesoccorso;

posaterie e suppellettili adattati per le persone con disabilità motorie;

 

scooter elettrici a quattro ruote;

carrozzine con sistema di verticalizzazione, bariatriche e per assistiti affetti da distonie;

sollevatori fissi e carrelli servoscala per ambienti interni;

maniglioni, braccioli e supporti per l’ambiente bagno;

ausili (sensori e telecomandi) per di controllo degli ambienti;

protesi ed ortesi di tecnologie innovative

 

 

Revisione dell’elenco delle malattie rare :

Il provvedimento prevede un consistente ampliamento dell’elenco delle malattie rare, realizzato mediante l’inserimento di più di 110 nuove entità tra singole malattie rare e gruppi di malattie

 

 

Disturbi dello spettro autistico :

Il nuovo decreto recepisce la legge n. 134 del 2015, che prevede l’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza per la diagnosi precoce, la cura e il trattamento individualizzato dei disturbi dello spettro autistico

 

 

 

E’ stata costituita la Commissione nazionale per l’aggiornamento dei LEA, con il compito monitorarne costantemente il contenuto, escludendo prestazioni, servizi o attività che divengano obsoleti e, analogamente, valutando di erogare a carico del Servizio sanitario nazionale trattamenti che, nel tempo, si dimostrino innovativi o efficaci per la cura dei pazienti.