GRUPPI SANGUIGNI

 

Abbiamo due tipi di agglutinogeni, A o B, ragione per cui un soggetto che ha l’agglutinogeno A appartiene al gruppo A, quello che ha l’agglutinogeno B appartiene al gruppo B, quello che li ha tutti re due appartiene al gruppo AB, quello che non li ha appartiene al gruppo 0.

Oltre agli agglutinogeni nel plasma sono presenti altre sostanze, le agglutinine, che hanno la capacità di “agglutinare” i globuli rossi ovvero la funzione di ammassarsi l’uno all’altro, rendendoli di fatto inutilizzabili. Anche le agglutinine sono di due tipi (anti-A e anti-B), e nel plasma di un soggetto le agglutinine presenti devono essere quelle che non fanno ammassare i suoi globuli rossi.

Schematizzando:

i soggetti del gruppo sanguigno A hanno l’agglutinina anti-B;

i soggetti del gruppo sanguigno B hanno l’agglutinina anti-A;

i soggetti del gruppo sanguigno AB non possiedono agglutinine;

i soggetti del gruppo 0 possiedono tutte e due le agglutinine (sono donatori  universali).

Compatibilità dei gruppi sanguigni

Le agglutinine e gli antigeni del sangue portano a dei limiti alla possibilità di trasfondere sangue tra persone appartenenti a gruppi diversi. In particolare:

Gruppo 0 Rh-: data l’assenza di antigeni sui globuli rossi e l’assenza del fattore Rhesus, questo tipo di sangue si può donare a quasi tutti i pazienti, ma quando viene superata l’emergenza si trasfonde sangue omogruppo. La presenza di entrambe le agglutinine nel plasma fa sì che gli individui con questo gruppo sanguigno possano ricevere solamente globuli rossi di gruppo 0 Rh-.

È convinzione diffusa che il gruppo 0 Rh- «si può donare a tutti”, ma non è sempre così poiché – in caso di pazienti politrasfusi – bisogna tener conto di molti altri sistemi di antigeni, che sono potenzialmente presenti nel sangue del donatore e verso i quali il ricevente potrebbe aver sviluppato anticorpi, a causa di trasfusioni precedenti.

Gruppo A Rh+: può donare sangue a persone A+ od AB+ e riceverne da 0 e A, indipendentemente dal fattore Rhesus.

Gruppo B Rh-: la presenza dell’antigene B porta questo sangue ad essere donabile solo a persone di gruppo B ed AB. La presenza dell’agglutinina alfa nel plasma fa sì che individui con questo tipo di sangue possano riceverne solo da persone di gruppo 0- o B-

Gruppo B Rh+: può donare sangue a B+ ed AB+, e riceverne da 0 e B indipendentemente dal fattore Rhesus.

Gruppo AB Rh-: può donare sangue solamente a persone di gruppo AB, data la presenza di ambo gli antigeni sui globuli rossi. L’assenza di agglutinine permette a chi possiede sangue di questo gruppo di riceverne da tutti i gruppi con fattore Rhesus negativo.

Gruppo AB Rh+: può donare sangue solamente ad individui con sangue AB+ ma può riceverne da tutti i gruppi, indipendentemente dal fattore Rhesus.

In base alla presenza degli antigeni suddetti, si parla di donatori universali di sangue (gruppo 0 negativo, i cui globuli rossi mancano di tutti gli antigeni) e riceventi universali di plasma (gruppo AB positivo, che manca nel plasma di tutte le agglutinine).